top of page

FACES NASCE ITTORNO AL GENIO CREATIVO DI CHRISTIAN JUNGHANNS E AI SUOI VOLTI.

DA QUELL’INTUITO STRAORDINARIO VUOLE SVILUPPARE UN CONCETTO NUOVO PER L’ARTE CONTEMPORANEA: QUELLO DI RACCOGLIERE UNA SELEZIONE MOLTO RISTRETTA DI CONTENUTI LEGATI AI DUE FATTORI, L’ESSERE UMANO E IL SUO TEMPO.

UN PROGETTO UNICO NEL SUO GENERE E ALLO STESSO TEMPO RIVOLUZIONARIO PERCHÉ VUOLE RACCONTARE L’ESSERE ATTRAVERSO LE INTERPOLAZIONI CHE LA FANTASIA PERMETTE DI FARE AVANTI NEL CORSO DEGLI EVENTI DOVE LA CREATIVITÀ SI INCASTRA CON LA LOGICA E LA SCIENZA.

UNA PORTA VERSO IL FUTURO CHE IMMAGINIAMO RACCONTATO ATTRAVERSO IL CHI VORREMMO ESSERE O IL CHI NON VORREMMO ESSERE, UN VIAGGIO CREATIVO CHE CI PORTERÀ LONTANO OGNI IMMAGINABILE REALTÀ.

 

CHRISTIAN JUNGHANNS, NATO A HANNOVER NEL 1970, HA STUDIATO COMUNICAZIONE VISIVA ALL'UNIVERSITÀ DELLE ARTI DI BERLINO E LAVORA COME ARTISTA VISIVO E DESIGNER FREELANCE A BERLINO.

 JUNGHANNS È UNO DEI PIÙ GIOVANI RAPPRESENTANTI TEDESCHI DELLA POP ART. STRETTAMENTE ASSOCIATO ALLA POP ART AMERICANA DEGLI ANNI 70 E 80, CONTINUA IL SUO PERCORSO VISIVO COMBINANDO LA POP ART E LA COMIC ART CON IL MODERNISMO CLASSICO EUROPEO.

CON I SUOI DISEGNI COSIDDETTI "NON FISICI", CHE SONO CREATI CON UN MOUSE DEL COMPUTER, E I CONSEGUENTI DIPINTI SU TELA, JUNGHANNS SI MUOVE NEL CAMPO DELLA TENSIONE TRA IL LINGUAGGIO VISIVO ANALOGICO E DIGITALE.

I SUOI DIPINTI SONO ESPOSTI A LIVELLO NAZIONALE E INTERNAZIONALE, COMPRESE DIVERSE VOLTE ALLA ROYAL ACADEMY OF ARTS DI LONDRA.

SIMONE BIANCHINI

bottom of page